Lupo ulula, castello ululì

Studente”: Non è forse esatto allora che Darwin conservò alcuni pezzi di vermicelli in una scatoletta e per chissà quale causa straordinaria essi cominciarono effettivamente a muoversi con movimenti volontari? Dott.
Frankenstein : Sta parlando di vermi o di spaghetti? Studente: Ma di vermi professore.
Dott.
Frankenstein: Sì mi sembra di aver letto qualcosa in proposito quando ero studente, ma tenga presente che un verme, con pochissime eccezioni non è un essere umano.
  Da Frankenstein Junior (1974), film bellissimo (non so quante volte l’ho visto) di Mel Brooks con Gene Wilder e Marty Feldman (nel ruolo del grande Igor) e con la partecipazione di Gene Hackman, nel ruolo di Abelardo (il cieco).
Il film è la parodia del film Frankenstein di James Whale del 1931 e de La moglie Frankenstein di Mary Shelly.
Gene Wilder interpreta il famoso medico e professore universitario Frederick Frankenstein, nipote del noto barone Viktor von Frankenstein da cui cerca di prendere le distanze modificando la pronuncia del proprio nome in Frankenstin, eredita dal nonno il suo castello in romania.
Dopo molti dubbi, Frederick decide di partire per la Romania dove incontra l’imprevedibile (e grandissimo) aiutante gobbo Igor, l’assistente Inga e la governante Frau Buchler che grazie ad un sotterfugio riesce a far scoprire a Frederick il laboratorio e gli appunti del nonno, incoraggiandolo così a continuare i suoi esperimenti per dare vita a una creatura… Film ricco di frasi celebri tra cui ( oltre a quella già citata all’inizio) quella detta da Igor durante il tragitto dalla stazione al castello, dopo aver sentito l’ululato di un lupo: “ there wolf, there castle”…in italiano: “ Lupo ululà, castello ululì”.
 

Leggi tutto l'articolo