M5S? No, grazie. Minniti contro tutti i populismi

Marco Minniti, ha ammonito: bisogna essere “meno ingenui verso la natura del Movimento Cinque Stelle, che con la Lega condivide un disegno autoritario e isolazionistico certificato da un’infinità di scelte e posizioni comuni”.

Tra Lega e M5S.Per Minniti, “dentro la coalizione (e dunque tra Lega e M5s), non vi è una una destra e una sinistra”. Questa affermazione fa cadere una delle ingenuità cognitive della sinistra conservatrice: quella per cui il M5S sarebbe un pezzo di sinistra in libera uscita che bisogna tentare di recuperare a più miti consigli (e a più coerenti alleanze). Non è così. Il M5S è parte attiva e protagonista di quel vasto movimento populista che in tutta Europa ha sposato metodi di natura illiberale, politiche di chiusura nazionale e obiettivi di conservazione. Non è importante che questo populismo manifesti caratteri di sinistra per la proclamata attenzione al ‘popolo’, agli ‘ultimi’, ai ‘poveri’. Resta pur sempre populismo, espressione delle pulsioni più retrive...

Leggi tutto l'articolo