MA CHE GENITORI SIAMO?

Le note vicende del liceo "Virgilio" di Roma, consentono di allargare la discussione poiché per il liceo romano, siamo andati oltre il "normale" bullismo che un manipolo di ragazzi della "Roma Bene" esercita sugli altri compagni di scuola.
Infatti si discute non solo di prepotenze ma anche di droga, di sesso e di comodacci propri per alcuni giovani che ritengono di poter fare i padroni nella scuola.
Tanti commenti in tv, sui giornali e in rete, ormai il "Virgilio" è un caso eccezionale per cui tante voci, tante argomentazioni  e tante discussioni in merito; però pochi parlano delle misure, delle contromosse e delle azioni da intraprendere per frenare certi ardori.
Anzi, una delle scuse che i genitori dei ragazzi "protetti" stanno facendo circolare, è una sciocchezza perché trasferiscono il piano del confronto con una semplicistica presa di posizione: "Anche noi genitori ai tempi nostri abbiamo fumato, abbiamo provato la droga e abbiamo fatto le  nostre belle occupazioni, tut...

Leggi tutto l'articolo