MAFIA A MILANO - UNA MILANO DA SNIFFARE

DAL BLOG DI GRILLO Mafia a Milano Mafia a Milano: intervista a Gianni Barbacetto (9:07) Videocommenti (9) su: "Mafia a Milano" Invia il tuo video Don raffè Moratti: la mafia non esiste Che differenza eh? woytila vs ...
La ndrangheta nel sudovest mil ...
Milano, la capitale morale è diventata immorale.
E' la capitale della droga e del cemento senza il rock and roll, ma con l'Expo 2015.
E' la capitale europea della cocaina, la si respira nell'aria insieme al CO2 per produrre di più.
Anche i topi milanesi sono consumatori abituali di cocaina che fluisce nelle fogne.
Mortizia Moratti nulla sa, nulla vede, nulla sente.
Mafia? Cos'è la mafia? Qualcuno glielo spieghi, povera stella.
Intervista a Gianni Barbacetto.
"Sono Gianni Barbacetto, faccio il giornalista, scrivo tra l’altro su Il Fatto quotidiano, Milano è diventata ormai in maniera inoppugnabile, la capitale della ’ndrangheta, ce lo dicono magistrati che hanno speso anni e anni della loro vita per indagare su quella che è ormai la più importante organizzazione criminale in Italia, ma Milano, a differenza di Palermo, di Reggio Calabria o di Napoli, non è una città monopolizzata da un’organizzazione criminale, Milano è un mercato aperto, a Milano c’è la ’ndrangheta, ma operano anche qui uomini di Cosa Nostra, uomini della camorra.
Milano è la capitale della cocaina, uno studio dell’istituto di ricerca farmacologia Mario Negri ha valutato, analizzando l’acqua delle fogne di Milano, che ogni giorno vengono consumate a Milano 12 mila dosi di cocaina, a Milano ogni giorno ci sono 5, 6 ricoveri in un anno 2 mila persone vengono ricoverate per overdose da cocaina, è un mercato immenso, la fascia principale di questo mercato è nelle mani della 'ndrangheta che ha instaurato rapporti privilegiati con i produttori latino – americani, da questo mercato enorme della cocaina arrivano un mucchio di soldi, questi soldi poi entrano nel circuito legale e inquinano gli affari di questa città.
Ormai i gruppi mafiosi sono arrivati a Milano alla seconda, alla terza generazione, continuano i vecchi affari sporchi, a Milano nell’ultimo anno e mezzo ci sono stati 5-6 omicidi di mafia, non a Palermo, non a Napoli, continuano le famiglie della ’ndrangheta, ma anche gli uomini di Cosa Nostra e della camorra i loro traffici sporchi, sostanzialmente il traffico di droghe, continuano i regolamenti di conti, poi però ci sono gli affari puliti, questa massa enorme di soldi guadagnati soprattutto con la cocaina, vengono impiegati principalmente nel settore dell’edilizia [...]

Leggi tutto l'articolo