MAI UN LUTTO

Quando indossai quei vestiti neri,
era un mercoledì di ottobre inoltrato.
Da allora, di anni ne sono passati parecchi,
ma non ho dismesso la mia divisa,
il riverbero del pianto interiore,
fibra gemente di inalterata sequela,
perenne principio di volontà alla memoria,
al ricordo,
malgrado le violenze verbali di estranei ed amici,
ho glissato amabilmente,
al solerte tentativo di dissuadermi.
E ora,
quasi fosse un armatura,
questa arma nera,
copre la mia pelle senza più tentacoli.
 

Leggi tutto l'articolo