MANCINI A TUTTO CAMPO: PARLA ANCHE DELLA JUVE E DI BETTEGA

«Non ce l'ho con la Juve, Bettega un idolo» © Foto REUTERS «Ho criticato alcuni comportamenti, ora però il club ha pagato» ROMA, 1 gennaio - Roberto Mancini non ce l'ha con la Juve.
Qualche polemica, anche aspra, c'è stata  con il club bianconero quando sedeva sulla panchina dell'Inter, ma adesso è acqua passata.
In un'intervista a Sky Sport 24, il tecnico del Manchester City fa gli auguri a Bettega, rivelando che era un suo idolo quando era bambino.
«Ero critico con dei comportamenti - dice Mancini - ora hanno pagato.
Ho fatto un'intervista a Tuttosport in cui ho ribadito il concetto.
Non ho mai crtiticato la Juve, c'erano dei comportamenti non giusti, però quando una persona paga, tutto finisce».  BETTEGA - Secondo Mancini, il ritorno di Bettega è una scelta giusta.
«Bettega ha fatto la storia della Juve, sono stato tifoso della Juve da bambino e Bettega era il mio idolo, per quello che ha rappresentato nella Juve credo sia giusto il suo ritorno in società».
BALOTELLI - Balotelli è il futuro del calcio italiano.
«È difficile non parlare bene di un grande giocatore - dice l'ex allenatore dell'Inter - che ha fatto e sta facendo grandi cose a livello tecnico.
Personalmente posso solo parlarne bene, perché ha fatto sempre buone cose e ha avuto anche un bel comportamento.
Certamente in futuro potrà solo migliorare perché la giovane età è dalla sua parte avendo ancora 20 anni.
Balotelli rappresenta il futuro del calcio italiano e potrà essere utile anche alla nazionale di Lippi per il mondiale Sudafrica» RAPPORTO INTER - Non ce l'ha nemmeno con Mourinho.
«Mourinho? Non ci conosciamo bene, non abbiamo mai avuto l'opportunità di parlare bene, quindi non posso dire molto.
Fregato da Mourinho? No, perché è stata una decisione del club.
L'Inter ora? Era già una grande squadra e in questi due anni è anche migliorata.
La Champions ai miei tempi? Siamo stati fortunati nei sorteggi, poi se passi gli ottavi tutto si semplifica.
Abbiamo fatto il massimo per arrivare fino in fondo.
Rispetto alla mia Inter non so se quella odierna sia diversa o migliore.
Sono felice del lavoro che ho fatto e questo era l'importante.
Nessuno può arrivare davanti perché nel momento difficile le altre hanno fatto fatica.
Tifoso dell'Inter? Tifo Samp perché è la squadra per cui ho giocato per una vita.
Sono affezionato alla Lazio, al Bologna, all'Inter e al Catania per Mihajilovic».
NESSUNA OFFERTA DALLA JUVE - In Italia, rivela Mancini sono arrivate diverse offerte, qualcuna anche interessante, ma non dalla Juve, che non [...]

Leggi tutto l'articolo