MARE DA AMARE...giù

                                                                                                                     Foto di G.Morelli Mare da Amare.
  Innanzi a te mi sono arreso, lo sguardo tuo mi ha trafitto, una lama che ti incide la carne e lascia il segno, per un attimo mi son sentito meno, il cuore lento, il respiro nullo, lo sguardo tuo mi è giunto fin dentro l'anima e l'ha esplorata, sembrava un fiume in piena e invece avevo gli occhi ricolmi di gocce salate, mi sono ripulito con le dita, come un bambino che frettolosamente non bada, non si da pace, così l'uomo che si lascia andare innanzi a ciò che piace, quando ho riaperto gli occhi, innanzi a me c'era il mare, le sue onde, verde come quando imperversa la burrasca e senza aver paura ne motivo alcuno, paralizzato attendi la tua fine tra quei flutti che ti avvolgono sempre più, certo della tua fine annaspi appena e poi decidi di lasciarti andare, morire in quell'ultimo sguardo, verde e senza speranza alcuna di salvare cuore e anima, condannato fino in fondo ad amare quel mare, su questa spiaggia della vita.
Giù 17/03/201506.33 Giuseppe Morelli(siae) Copyright registrato (Tutti i diritti riservati ®©)

Leggi tutto l'articolo