MARIA PLOZNER MENTIL.. DONNE NELLA GRANDE GUERRA

DONNE NELLA GRANDE GUERRA...
MARIA PLOZNER MENTIL era nata nel 1884 a Timau, ultimo paesino prima del confine austriaco, nell'Alto But.
Fu una delle portatrici carniche che con gran fatica e rischio, coraggio e sacrificio risalivano le impraticabili montagne per rifornire i soldati di cibo, medicine e bende, sigarette, ma anche proiettili ed armi se necessario.
Si arrampicavano laddove neppure i muli riuscivano, percorrendo anche 40 km al giorno tra andata e ritorno.
Non esistevano infatti vie rotabili o carrarecce che consentissero il transito di automezzi e di carri a traino animale per trasportare sulla linea del Fronte materiali e vettovaglie conservate invece nei magazzini e depositi nel fondo valle.
I rifornimenti si potevano pertanto attuare solo con trasporto a spalla e non potendo sottrarre forza militare dalla linea del Fronte, furono le Portatrici ad assolvere la preziosa opera nel tempo del conflitto. Furono le donne di 24 comuni addossati alla linea del Fronte ad "arruolarsi", per una magra paga rispetto alla fatica ed ai rischi corsi.
VEnivano chiatae ad ogni ora del giorno e della notte e pagate 1 lira e 50 centesimi a viaggio, l'equivalente di circa 3 Euro di oggi. Spesso durante il viaggio riuscivano anche a lavorare ai ferri confezionando calze di lana per i soldati.
Il 14 febbraio 1916 era una giornata fredda, Maria risaliva lo stretto sentiero cercando di ancorare i piedi alla montagna ricoperta di neve.
Improvviso si aprì il fuoco contro quel filo umano, scura linea tracciata nel biancore del primo mattino.Maria Muser Olivotto, Maria Silverio Matiz di Timau e  Rosalia Primus di Cleulis rimasero ferite, Maria fu copita a morte da un cecchino austriaco. Quella sera non fece ritorno a casa, dai quattro figli che ogni mattina lasciava addormentati con cuore in mano.
Trasportata all'ospedale di Paluzza, se ne andò il giorno dopo, senza riprendere conoscenza.
Nel 2012 in quel punto preciso in cui Maria perse la vita fu apposta una lapide a ricordo del suo sacrificio.  Maria Plozner è stata l'unica donna insignita di Medaglia d'oro al valor militare, il 29 aprile 1997.
Molto in ritardo rispetto ai fatti.
La medaglia fu ritirata dalla figlia Dorina che viveva ancora a Timau, la città di Maria.
Dorina Mentil era ormai vecchia, una piccola donna rinchiusa nei suoi ricordi che non si scompose per nulla mentre l'allora presidente Oscal Luigi Scalfaro le appuntò la Medaglia l'Oro della madre, piegandosi quasi in un inchino.
A Maria è stato dedicato un monumento, anche  questo unico nel suo [...]

Leggi tutto l'articolo