METATARSALGIA: NEUROMA DI MORTON !

    Con il termine metatarsalgia si descrive un dolore nella zona dell'avampiede, e che in genere trova come causa un danno traumatico  dei nervi interdigitali o delle articolazioni metatarsofalangee.
Le cause più comuni sono il NEUROMA DI MORTON e le sue varianti, quali nevralgia dei nervi interdigitali e l'errato allineamento delle articolazioni metatarsofalangee.
Nelle prime fasi, si può avvertire dolore o dolorabilità all'altezza della testa del 4° metatarso; Talvolta con sensazione di bruciore.
Questi sintomi sono più marcati a seconda del tipo di scarpe calzate.
Ebbene, man mano che la malattia progredisce, tali sensazioni diventano più evidenti, causando spesso un bruciore costante che si irradia alla punta delle dita.
I pazienti lamentano tali disturbi con tutti i tipi di scarpe e di avvertire come una pallina, o un sassolino nella punta del piede.
La diagnosi è stabilita tramite l'esame clinico; l'esame obiettivo serve innanzitutto per escludere eventuali altre cause o se si è in presenza di deformità che possono simulare questi sintomi.
La palpazione va fatta  nello spazio interdigitale.
Con il pollice il medico esaminatore esercita una pressione tra le teste del 3° e 4° metatarso.
Se il paziente è affetto da neuroma di Morton, alla pressione lamentano e sussultano per il dolore.
Tengo a precisare, che in taluni casi di sindrome di Morton  si possono osservare altre problematiche associate dell'avampiede quali, ad esempio l'alluce valgo, o il dito a martello.
Talvolta si apprezza gonfiore.
Il trattamento terapico si avvale dell'uso di Lidocaina, spesso efficace contro il dolore nevralgico.
Oppure si può fare ricorso ad iniezioni perineurali di cortisone, e di un anestetico locale.
L'infiltrazione viene praticata  nell'interspazio  del lato dorsale delle articolazioni metatarso-falangee.
L'uso concomitante di ortosi del piede.
Se la terapia tradizionale si dovesse dimostrare inefficare l'asportazione chirurgica del Neuroma dà ottimi risultati.

Leggi tutto l'articolo