MILANO – Fitoterapia e integrazione alimentare nel malato oncologico all’Istituto Nazionale dei Tumori

MILANO.
Il Convegno “Fitoterapia e integrazione alimentare nel malato oncologico” organizzato per oggi e domani all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, rientra negli scopi e nelle attività scientifiche e culturali del Gruppo di Studio Me.Te.C.O.
(Medicine e Terapie Complementari in Oncologia) che fa capo al dottor Alberto Laffranchi della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori di Milano, organizzatore dell’evento con la professoressa Enrica Bosisio del Centro di Studi e ricerche sulla caratterizzazione e sicurezza d’uso di prodotti naturali “Giovanni Galli”, Università degli Studi di Milano.
Scopo di queste due giornate è di portare l’attenzione sull’uso delle piante medicinali e sugli aspetti preventivi e curativi della dieta in campo oncologico e nella considerazione che il malato oncologico può correre il rischio di lasciarsi condizionare da offerte di terapie e integratori alimentari che possono rivelarsi pericolosi abbagli speculativi, specie nell’odierna “era di Internet”.
Sarà puntato l’accento su fitoterapia e alimentazione, che verranno presentati assieme a criteri legati alla loro evidenza scientifica e alle realtà cliniche consolidate.
  La prima giornata fornirà le conoscenze di base per l’uso delle piante medicinali, per poi passare all’esposizione di esperienze etniche di fitoterapia, concludendo con relazioni su prodotti vegetali di largo utilizzo in Italia.
  La seconda giornata sarà dedicata agli aspetti clinici, con una tavola rotonda di relatori che hanno dimestichezza con l’uso delle piante medicinali nell’integrazione terapeutica del malato oncologico.
L’incontro terminerà nel pomeriggio con la presentazione degli aspetti alimentari, dietetici e nutrizionali, ritenuti utili nella prevenzione, cui seguiranno indicazioni sul corretto uso nutrizionale dell’alimentazione nei malati sottoposti a terapie oncologiche.
  Il convegno sarà integrato da una parte pratica alimentare con cibi biologici e biodinamici.
Un gruppo di partecipanti, fino a un numero massimo di 30 per giorno saranno ospiti di “Cascina Rosa” dove il dottor.
Franco Berrino illustrerà, attraverso assaggi di cibo biologico e biodinamico, come sia facilmente realizzabile una cucina sana, buona e adatta alla prevenzione e alla cura delle malattie.
Per gli altri partecipanti, in Istituto, sarà comunque servito solo cibo biologico e biodinamico.
Il convegno è in corso di accreditamento ECM per le categorie Medici e Farmacisti.
Ciò non esclude la partecipazione di altre figure [...]

Leggi tutto l'articolo