MIX ESPLOSIVO: NOIA E GIOCO

  "Abbiamo pensato a un gioco per noia".
Così i 5 ragazzi beccati e individuati dalle telecamere, dopo aver compiuto atti di vandalismo nel centro storico di Torre Pelice, parte della città metropolitana di Torino.
Una sincera e schietta ammissione da parte dei ragazzi (due diciottenni e tre minorenni) che sono stati denunciati dai carabinieri per danneggiamento aggravato.
Una scorribanda che ha coinvolto diversi punti del centro con danni perpetrati a tutto ciò che capitava loro a tiro.
Insomma, l'hanno fatta grossa e vedremo come ne usciranno anche se sappiamo tutti come andrà a finire.
Invece, salterei i dettagli e le formalità giudiziarie, per entrare nel merito dell'argomentazione data dai ragazzi.
Richiamerei la vostra attenzione sui  due vocaboli: noia e gioco.
Ho sempre ritenuto che solo i poveri di spirito potessero avere la facoltà di annoiarsi, ma non credo che questo possa essere un caso isolato e fuori da ogni concetto astratto.
Non sono poveri di spirito costoro, anzi...

Leggi tutto l'articolo