MN: Anamnesi d'Arte. Ri do forma

                  Era il tempo di una certa convinzione o necessità a ripetere idealmente un oggetto, meglio se sferico che, dividendosi e rompendosi, originava un sé stesso nuovo ma identico: in continuo movimento di spaccatura con l'origine tonda, per scissione binaria e conservativa della riproduzione più elementare. Come la ricerca del segno significante nella prima descrizione del mondo del neonato, l' infante,  l'uomo venuto al mondo si arrabatta e ricerca scarabbocchiando i simboli del suo percepito in un continuo test proiettivo di Rorschach, tanto da credere, oggi, che sia possibile recuperare vecchi disegni per ricostruire un certo male d'arte.Così digitalizzando carte, bozze, retini, lucidi, vecchie pagine strappate, scarabocchi, ricompongo, giocando all'arte, mentre mi diverto ri do forma al mio immaginario e scopro le  Cartelle Cliniche del paziente, l'Anamnesi da scartabellareL'archivio è vecchio e la patina del tempo vi resta appiccicata |||N|||

Leggi tutto l'articolo