MONACO

Vedere tutta Monaco in 4 giorni è un po' un' utopia se il clima è invernale e se si viaggia con una bambina.
In questo viaggio abbiamo però potuto vedere bene il centro storico della città sud e nord.
Dicembre è il periodo migliore per immergersi nel vero clima natalizio fatto di freddo quanto basta, neve, tantissimi mercatini di Natale sparsi in varie zone di Monaco, profumo nell' aria di vin brulè, punch, patate fritte, panini con wurstel e leccornie varie come mele caramellate, spiedini di frutta ricoperti di cioccolato, mandorle caramellate, marroni, cioccolati al marzapane.           Impossibile resistere a tutte queste tentazioni che spargono profumi nell' aria; ogni scusa è buona per fermarsi e gustare qualcosa.
Da assaggiare assolutamente i lebkuchen, famosi biscotti di pan speziato ricoperti d' osta da un lato; ce ne sono di vari tipi, dai classici con le mandorle a quelli ricoperti di cioccolato.  1 GIORNO 5 dicembre 2010Partiamo con un treno notturno delle 23 e 28 che da Padova ci porta a Monaco l' indomani alle 6 e 30.
Scesi dal treno stiamo un po' in stazione dove ci sono tanti chioschi di panini, cibo italiano e in un bar facciamo colazione(un pò caro però un caffè 2E).
Fattosi giorno, intorno alle 8 decidiamo di inoltrarci nella coltre fredda di Monaco e inforcati berretto e guantoni ci incamminiamo verso l' hotel Best Western Atrium situato nella zona della stazione centrale.
Non appena arrivati lasciamo i bagagli e cartina in mano ci dirigiamo verso il centro.
Fuori c'è la neve.
Arrivati in Karlsplatz prendiamo la Neuhauserstrasse e la Kaufingerstrasse.
Belli gli edifici con i tetti a spiovente e i tanti negozi e centri commerciali, tra cui Kaufhof; peccato sia domenica ed è tutto chiuso(tranne Rischart, catena che vende pane e dolci come stollen, lebkuchen).
Ed ecco che davani a noi ci appaiono le casette in legno dei mercatini che stanno per aprire.
I mercatini aprono dalle 10 alle 20.30 e domenica fino alle 19.30.
Un sacco di gente fuori, turisti, italiani compresi.
Siccome si sono fatte le 11 ecco che il carillon di Marienplatz si anima e la città si ferma ad ascoltare; dopo un po' torniamo in hotel, prendiamo le chiavi della stanza e ci riposiamo un po'.
Il pomeriggio usciamo alle 16 ma fa già quasi buio, la neve è un po' sciolta; in Karlsplatz c'è una pista di pattinaggio; facciamo lo stesso percorso della mattina per arrivare in Marienplatz ; siamo ortunati perchè vediamo aggirarsi strane creature che fanno la loro apparizione solo il 5 e il 9 dicembre.
Sto [...]

Leggi tutto l'articolo