MONROE AL CONTRARIO

La “dottrina Monroe”, per riassumerla in poche parole, corrispondeva alla volontà degli Stati Uniti di vietare che l’Europa interferisse negli affari americani, dal Canada all’Argentina.
In cambio l’America si sarebbe disinteressata degli affari europei.
Sul momento – siamo negli Anni Trenta dell’Ottocento – quella teoria poteva far sorridere, talmente gli Stati Uniti erano una potenza secondaria.
Ma nel tempo la dottrina non è mai stata dimenticata, ed è stata sentita come viva e vegeta.
Se ne è vista un’energica applicazione quando il Presidente J.F.Kennedy ha vietato l’installazione di missili “europei” a Cuba, con le conseguenze che sappiamo.
Col tempo, la dottrina Monroe, malgrado i conflitti d’interesse, le gelosie, le rivalità fra i vari stati delle due Americhe, è divenuta una sorta di articolo di fede, ma dai tempi di Monroe il mondo è cambiato.
Allora il pericolo era che un’Europa forte interferisse negli affari interni di un continente americano debole, oggi l’Europa è trop...

Leggi tutto l'articolo