MOTO2: QATAR, VITTORIA DI BRADL SU KALEX

Gara quasi del tutto priva di emozioni quella di esordio della categoria Moto2.
Bradl, figlio dell' ex pilota 250GP Helmut Bradl, sfruttava pienamente la pole position partendo benissimo e prendendo sin da subito un buon vantaggio sugli avversari più diretti, vantaggio che, grazie ad una condotta di gara regolare, conserverà sino al traguardo dove transiterà per primo sotto la bandiera scacchi.
Subito fuori il grande atteso Marc Marquez.
Il giovane spagnolo della Suter partito malissimo dalla prima fila ha esagerato durante la fase di rimonta e si è reso protagonista di una spettacolare caduta dopo pochi giri.
Avrà sicuramente modo di rifarsi già da Jerez.
Bella gara di Andrea Iannone qui al debutto con la Suter.
Andrea partiva molto lontano grazie a qualifiche poco veloci ma grazie ad una bella e veloce rimonta si portava subito su Luthi (Suter) e Takahashi (Moriwaki) portandosi dietro il solito coriaceo Andrea De Angelis.
Il duello più bello e teso della gara lo ingaggiano proprio Iannone e Takahashi, con l' italiano più veloce nel tratto misto regolarmente superato dal nipponico in rettifilo.
Alla fine grazie ad un attacco un po "folle" di Takahasi, Iannone riesce a prendere il piccolo vantaggio che gli consiterà di arrivare 2°.
L' errore del pilota del team Gresini-Moriwaki favorisce anche Luthi che completa il podio con il 3° posto.
Durante le ultime curve anche De Angelis si fa sotto e con una manovra dura ma corretta supera Takahashi relegandolo al 5° posto.
Ottima gara del debuttante Michele Pirro su Moriwaki, arrivato 8° e primo dei debuttanti in moto2.
1) Bradl, 2) Iannone, 3) Luthi, 4) De Angelis, 5) Takahashi

Leggi tutto l'articolo