MOTOGP: ASSEN, ANCHE MELANDRI KO, SPALLA LUSSATA

Va avanti la decimazione dei piloti motogp anno 2010.
Dopo Rossi e Aoyama è oggi il turno di Melandri, il ravennate della Honda-Gresini è caduto durante le prove libere lussandosi una spalla e salterà la gara di domani e sicuramente anche quella di Barcellona.
Se torniamo a solo una settimana fa a Silverstone registriamo il dito fratturato di Spies (che ha comunque corso), e il ginocchio malandato di Pedrosa dopo la caduta durante l' ultimo minuto delle qualifiche.
La gara prima abbiamo avuto la gamba rotta di Rossi, senza dimenticare la frattura di una vertebra per Aoyama.
Colpa delle gomme? La Bridgstone si difende dicendo che le gomme sono le medesime del passato anno.
Il problema è che, forse, le moto sono più potenti del passato anno...(ma a questo il costruttore nipponico non aveva pensato).
Sicuramente ha pensato (e molto bene) a come creare un monogomma economico il cui lo sviluppo della gomma è fermo e nel quale non si vede alcun futuro.
Inoltre se le giornate di test sono sempre meno, anche  volendo, come fanno i team a sviluppare le gomme? Sinceramente prima che puntare il dito contro il gommista cercherei di capire se la situazione attuale sia ancora sostenibile e se il regolamento "votato" al massimo risparmio (salvo poi avere hospitality grandi come palazzi) sia sicuro per i piloti.
Alla luce dei fatti, considerato il numero di partenti per domani (appena 15 salvo altre defezioni) e il numero di ossa rotte...qualcosa non va.

Leggi tutto l'articolo