MOTOGP: LORENZO IL CAMPIONE CHE NON SA VINCERE...

Nel film "Dal tramonto all' alba" con Quentin Tarantino e George Clooney il vecchio pastore dice al fuggitivo Seth (G.Clooney): "sei così perdente che non ti accorgi neppure di aver vinto" Questa frase (molto pesante) mi è venuta in mente nel veder festeggiare Jorge Lorenzo oggi a Sepang Malesia.
Lo spagnolo conduce una gara attenta e professionale, evita tutti i guai (leggasi n° 46) e porta sul 3° gradino del podio la sua Yamaha M1.
Dopo il traguardo si ferma a festeggiare con la solita (mal riuscita scenetta) e gli altri piloti si fermano a far i complimenti a Jorge.
Il primo ad arrivare è Ben Spies oggi 4°, nonostante le ripetute pacche sulla spalle per attirare l' attenzione del campione del mondo Lorenzo neppure si gira, Ben va via scuotendo la testa.
Arrivano Aoyama e gli altri e finalmente Rossi per ultimo, Lorenzo fa di tutto per non vederlo sino a quando è "costretto" moralmente ad accettare i compimenti del vincitore di oggi.
Sul podio Lorenzo si apre la tuta e si sfila la parte superiore rimanendo in sottotuta (gli sponsor presenti sulla tuta ne saranno felici?) Rossi che "un paio di volte campione del mondo è stato...." lo guarda stranito come per dire "ma che cazzo sta facendo questo ora?".
I tre prendono le bottiglie di champagne per festeggiare e qui Lorenzo prende la bottiglia, lascia i suoi compagni sul podio e se ne va...
Vincere non vuol dire essere un campione.
Pedrosa nonostante non abbia mai vinto un mondiale è un campione di classe e stile nella vittoria e nella sconfitta.
Lorenzo vince il mondiale nel giorno in cui Rossi fa sua la 46esima vittoria con la Yamaha...

Leggi tutto l'articolo