MOTOGP Francia - Rossi non fa sconti a nessuno

  Tutte le Notizie Sportive    ( HOME PAGE )  GP Francia - Rossi non fa sconti a nessuno Il Dottore vince in solitaria il Gp di Francia e firma il secondo successo consecutivo dopo il trionfo di Shanghai.
Secondo posto per uno stoico Lorenzo, terzo Edwards che precede Pedrosa.
Rossi balza al primo posto della classifica generale Eurosport   Era previsto, ampiamente annunciato ed è successo.
La gara di Le Mans della MotoGP si rivela un affare a quattro.
Per la prima metà di gara sono Rossi, Stoner e Pedrosa i protagonisti assoluti, con un sorprendente Edwards che completa il gruppetto di testa.
Al via, è Stoner che porta subito la sua Ducati al comando difendendosi dagli attacchi della Honda di Pedrosa.
Rossi non parte benissimo, ma a colpi di giri veloci recupera il gruppo di testa e per la metà gara, guadagna la testa della corsa.
Valentino è carico e riesce a staccare Dani e Casey, con Edwards che tiene il passo del gruppo, ma resta li a fare l'osservatore.
Intanto dietro, Lorenzo conquista la quinta posizione con un gran sorpasso su Vermeulen.
Al quindicesimo giro il meteo si rende ancora protagonista del weekend francese.
Dal cielo scende qualche goccia e viene esposta la bandiera bianca, anche se l'asfalto resta inizialmente asciutto.
Brivido per Hopkins che perde la catena e si vede costretto a parcheggiare la sua Kawasaki a bordo pista.
Sul rettilineo dei box la pioggia si fa intensa e i piloti rallentano leggermente, ma Rossi continua la sua fuga.
Una situazione difficile che però non sembra infastidire Lorenzo che risorge e infila nell'ordine Edwards e Pedrosa.
Stoner invece è costretto al ritiro per un problema tecnico.
Dani non riesce a tenere il ritmo dei migliori e si vede sfilare anche da Edwards.
Tre Yamaha al comando della corsa, con Rossi che ormai cavalca in solitaria con 9" di margine.
Casey arriva "a spinta" ai box, cambia moto e rientra in sedicesima posizone.
Bandiera a scacchi, vittoria di Rossi e tripletta Yamaha, con Lorenzo ed Edwards sul podio.
Pedrosa si deve accontentare del quarto posto, limitando i danni nell'ottica mondiale.
Tornano anche i siparietti del Dottore che festeggia la sua novantesima vittoria cedendo la sua M1 al mitico Nieto.
Quinto posto per Vermeulen e un ottimo sesto posto per Dovizioso.
Settimo Capirossi, mentre giornata decisamente difficile per la Ducati.
Le rosse chiudono con il quindicesimo posto di Melandri e il sedicesimo

Leggi tutto l'articolo