MOTTA BALUFFI; fra storia e leggenda

Le storie di Motta Baluffi: Gino dicembre 1944
12 luglio 1944 il 320th Bomb Group alle 16.02  ha  bombardato il ponte di Casalmaggiore mediante l'impiego di 34 bombardieri B26 decollati da una base in Corsica.
 
Gino  nel 1944 aveva 16 anni. Ricevette una cartolina precetto dalla wermacht di presentarsi a Motta Baluffi alle dipendenze di una ditta di Roccabianca che lavorava alla costruzione di una strada per conto della organizzazione Todt.
Il 4 dicembre 1944 era una giornata nebbiosa, la neve era alta e si lavorava lo stesso alla costruzione di una strada nelle vicinanze della cascina Ronchetto, in riva al fiume Po.
Un fuoco era acceso dagli operai allo scopo di riscaldare le loro vivande e se possibile ristorarli un po’ dal freddo.
Alle ore 9 circa un aereo alleato sorvolò la zona e sganciò una bomba che provocò la morte di 5 persone (4 di Cella Dati ed una di Reboana) facendo anche diversi feriti.
Gino si salvò.
I lavoranti, circa 700 persone, alla vista della carneficina volevano ...

Leggi tutto l'articolo