MOZIONE INDIRIZZI SULLA COSTITUZIONE DELL’UNIONE DEI COMUNI OGLIO PO - CC 11.03.03

Mozione: Proposta di deliberazione avente oggetto “INDIRIZZI SULLA COSTITUZIONE DELL’UNIONE DEI COMUNI OGLIO PO” Premesso che sin dall’anno 2000 il Comune di Viadana aveva intrapreso iniziative e avviato contatti con i Comuni della zona per la costituzione di un’Unione ai fini di esercitare, nell’ambito di una struttura più complessa e più forte, una serie di servizi e funzioni: Che a distanza di tre anni, ormai, questo Comune non ha ancora concretizzato seriamente alcuna attività determinativa nei confronti dell’Unione dei Comuni, se non l’accademica sottoscrizione di protocolli di intesa ed accordi preliminari; Vista l’iniziativa del Comune di Sabbioneta tendente seriamente alla costituzione di Unioni fra i Comuni di Viadana, Pomponesco, Bozzolo e la stessa città di Sabbioneta, giusto quanto previsto dall’art.32 del D.Lgs.
18/8/2000 n.
267; Ritenuto che su tale iniziativa il Comune di Viadana debba esprimersi favorevolmente, aderendo all’Unione dei Comuni proposta ed abbandonando propositi di procrastinare nel futuro tale scelta per eventualmente percorrere strade associative meno pregnanti ed efficaci; Accertato che l’Unione dei Comuni ha delle potenzialità non solo limitate alla possibilità di una gestione associata di servizi e funzioni, ma anche rivolte a: -rispondere in maniera più adeguata alle esigenze dei cittadini; -creare un soggetto amministrativo più forte in grado di affrontare in modo più efficace i profondi mutamenti in atto e il nuovo ruolo dell’Ente Locale; -creare un soggetto politico più forte in grado di affrontare in modo più efficace la sfida competitiva tra enti; -creare un soggetto politico-amministrativo in grado di governare il territorio in modo univoco ed omogeneo con livelli sempre più elevati di professionalità., competenza e specializzazione; -fornire la sede di confronto ed elaborazione a disposizione delle forze politiche rappresentative del territorio; -programmare e pianificare oltre i limiti amministrativi dei singoli Comuni, affrontando problemi in una dimensione naturale e storica più congrua; -far crescere assieme amministratori e funzionari in un percorso ed un progetto condivisi; Verificato che l’Unione dei Comuni riceve contributi da parte dello Stato e della Regione Lombardia stabiliti, rispettivamente, dal Decreto del Ministro dell’Interno 1/9/2000 n.
318 e dal D.c.r.
22/4/98 n.VI/871; Che i contributi dello Stato vengono aumentati significativamente con la Legge 27/12/2002 n.289 (finanziaria 2003); Che i trasferimenti erariali dello [...]

Leggi tutto l'articolo