Ma chi ci crede al principe azzurro?

  L’inganno più grande è quello del "principe azzurro" o della "principessa rosa", perché poi, checché se ne dica, ci caschiamo proprio tutti nella trappola delle fiabe, indipendentemente dal sesso e dall'orientamento sessuale.
Ma lasciamo perdere il "politicamente corretto" e cerchiamo di capire un po' perché si tratta veramente di un inganno.
Visto che, nonostante tutto, al principe ci si continua a credere anche da grandi.
E non appena, con l'altro, sorgono i primi problemi, ci si rifugia nelle lamentele e nelle recriminazioni...
non è lui! non è lei! Non è questo che volevo! Prima di andarsene via sbattendo la porta, perché "lui" non è stato capace di ascoltare, "lei" non è stata capace di essere autonoma, "loro" non sono stati capaci di niente.
E, sicuramente, da qualche parte c’è un lui o una lei che ci stanno aspettando, basta cercare bene, basta trovarli.
E allora è sempre un ricominciare senza sosta, ti incontro, mi innamoro, ti idealizzo, mi deludi, mi rendo co...

Leggi tutto l'articolo