Ma quali scuse di Castro?

Nei giorni scorsi si e' svolta la Cumbre de Las Americas il meeting di tutti i capi di governo di america del nord, sud e caraibi (che fanno parte della CELAC, da non confondere con OSA).
In tutto il mondo i giornali e le tv hanno ripetuto all'unisono la solita falsa canzoncina: "Castro chiede scusa a Obama" hanno riportato tantissimi media anche quelli che sembrano schierarsi contro gli stati uniti.
In realta' le cose non sono andate affatto cosi' e Raul Castro nel suo intervento ha riportato per 17 minuti la storia dell'invasione USA di Cuba, dei loro bombardamenti, dei loro sbarchi e dei tentativi di uccidere Fidel e lui stesso, di quante persone sono morte a causa dell'embargo e delle ridicole accuse di terrorismo per giustificare l'embargo.
Ha quindi educatamente chiesto scusa a Obama per parlare di cose accadute quando lui non era ancora nato (e dandogli implicitamente del pivellino) e ha detto che di queste cose lui non ha colpa diretta.
Il filmato integrale di tutti gli interventi e' disponibile (in spagnolo ma comprensibilissimo) qui https://www.youtube.com/watch?v=0dI3JbpoWfk dopo lo sterile intervento di obama, fortissimi attacchi sono stati portati dalla presidente Argentina, da Maduro, da Raul Castro, dai presidenti di Bolivia e Ecuador.
Moderatamente contrari gli interventi di Brasile, Peru, Colombia.
Tutti hanno condannato l'assurdo decreto USA che inserisce nella lista dei paesi terroristi il Venezuela!! Obama e' stato costretto a prendersi schiaffi da tutti ma di questi schiaffi il mondo intero non ne sapra' niente ma sapra' solo che Castro ha chiesto scusa......

Leggi tutto l'articolo