Macron: una bussola per l’Europa (e per l’Italia)

Sono ancora negli occhi le immagini del cordiale incontro tra Mattarella e Macron in occasione delle celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo (proprio mentre Salvini va a visitare Orban a Budapest). Un segno tangibile dell’amicizia tra Italia e Francia oltre che il riconoscimento della comune eredità europea del genio di Vinci. Ma anche la rappresentazione della stima del Presidente italiano verso quello francese, in una fase storica e politica in cui il governo bipopulista gialloverde ha deciso di svolgere un ruolo antagonista nei confronti di Macron, mettendosi alla guida dei movimenti e degli stati euroscettici.
Nulla di strano, in fondo. Macron, infatti, rappresenta oggi in Europa l’unico statista capace di rispondere con determinazione ed efficacia all’offensiva del populismo, a partire proprio dal cuore della Francia. L’esempio più imponente di questa strategia è stato il Grand Débat National, lanciato da Emmanuel Macron nel gennaio 2019 e concluso da pochi giorni, a ...

Leggi tutto l'articolo