Macron a sorpresa da 300 gilet gialli

(ANSA) – PARIGI, 24 GEN – Un po’ perché colti di sorpresa, un po’ per testimoniare comunque il rispetto per chi si mette in gioco, 300 abitanti del paese di Bourg-de-Peage, nel cuore della Francia profonda, si sono alzati in piedi con i loro gilet gialli ed hanno applaudito Emmanuel Macron.
A sorpresa, oggi pomeriggio, il presidente si è presentato alla Maison des Associations del paesino di 10.500 abitanti, dove era in programma un “dibattito cittadino” esordendo così: “Mi scuso per essermi autoinvitato all’ultimo momento”.
Infaticabile in questi primi giorni di “grande dibattito nazionale” da lui voluto per disinnescare la crisi sociale dei gilet gialli, Macron ha risposto a una domanda di uno dei presenti che si era riferito alle sue origini e al suo lavoro di banchiere: “Ho avuto una vita prima – ha spiegato – poi ho cambiato e sono stato eletto dai francesi”.
Intanto, i gilet gialli si preparano per il loro XI appuntamento, sabato prossimo.
Si fa strada, sui social, l’idea di una prima “notte gialla”.