Mafalde con lievito madre

Che bello fare il pane, impastare, attendere che il tempo faccia il suo lavoro e poi annusare i mille profumi che si sprigiono per la casa...
Questa volta ho voluto provare questi panini dalla forma insolita.
Di origine siciliana, sono molto saporiti al naturale e naturalmente si possono anche gustare con salumi e formaggi.
INGREDIENTI 350 gr di semola rimacinata 150 gr di farina 1 (io Petra 1 del mulino Quaglia) 150 gr di lievito madre rinfrescato e raddoppiato 350 gr di acqua 1 cucchiaino di miele ( o di malto) 10 gr di sale 2 cucchiai di olio d’oliva un tuorlo e un po' di latte per spennellare, semi di sesamo per decorare PREPARAZIONE Nella ciotola della planetaria, riuniamo il lievito madre fatto a pezzettini  con il miele e l’acqua.
Facciamolo sciogliere.
Uniamo la farina di semola e la farina 1 setacciate  e lavoriamo molto bene l’impasto finchè non sarà incordato.
Aggiungiamo il sale e lo facciamo assorbire.
Mettiamo anche l’olio, lavoriamo bene fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Lasciamo riposare per circa 10 minuti.  Facciamo delle pieghe a tre, una ogni mezz’ora, coprendo l’impasto con una ciotola a campana durante il riposo.
Mettiamo a lievitare in una ciotola chiusa o coperta da pellicola, leggermente unta di olio, fino al raddoppio.
Se abbiamo impastato la sera, lasciamo a temperatura ambiente qualche ora e prima di andare a letto, mettiamo in frigo.
Riprenderemo l'impasto la mattina successiva e continueremo la preparazione.
Dividiamo l'impasto lievitato  in 6 parti dello stesso peso e formiamo con ognuna dei filoncini di circa 60 cm l’uno, diamo una forma a spirale, l’ultima parte del cordoncino la metteremo sopra.
Poniamo i panini su una teglia ricoperta di carta forno.
Copriamo con pellicola e lasciamo lievitare ancora un paio di ore,  fino al raddoppio.
Spennelliamo con il tuorlo sbattuto diluito con qualche cucchiaio di latte, cospargiamo abbondantemente la superficie con i semi di sesamo ed inforniamo in forno statico preriscaldato a 250 gradi con pentolino dell’acqua per creare vapore.
Abbassiamo subito il forno a 200 gradi , dopo 10 minuti, togliamo il pentolino e proseguiamo la cottura per altri 20-25 minuti, fino a che saranno ben dorati.
Sfornare, lasciare raffreddare su una griglia e servire.
Al prossimo pasticcio, Paola e le torte  

Leggi tutto l'articolo