Maggio: lavorazioni in orto e giardino

Maggio è finalmente arrivato, siamo in primavera ed i giardini iniziano a darci nuovi colori e profumi.
Nelle zone con clima più caldo è perfino possibile cominciare il raccolto di primavera che la natura ci offre, a patto di aver effettuato tutte le lavorazioni precedenti in modo corretto.Nonostante i lavori di preparazione del terreno sono stati realizzati ad Aprile e Marzo, a Maggio è ancora periodo di trapiantare nuove piante ed ortaggi.
Quali sono i lavori in giardino da iniziare a Maggio? Ormai potrebbe essere esageratamente tardi per fare eventuali spostamenti tra piante, in quanto un trapianto in questo periodo potrebbe stressare oltremisura le piante e le farebbe morire sicuramente.
Nonostante tutto, puoi sempre trapiantare nuove piante magari da acquistare nei garden center o nei vivai specializzati.Prima di cominciare con i nuovi trapianti è opportuno preparare la terra utilizzando sabbia, concime e terriccio universale, questo ti darà un raccolto di qualità a suo tempo.
Hai un prato verde? Allora controlla che non ci siano aree senza erba e provvedi con il infoltimento delle stesse per renderlo omogeneo.
Adopera del terriccio universale già comprensivo di sabbia e fertilizzante e poi distribuiscilo in modo compatto nel terreno con l'aiuto di un rastrello.
Ora passa alla semina evitando di formare mucchi di semi.
Annaffia il prato ogni 3 giorni circa e effettua diverse tosature, circa 3 volte in un mese.
Piante da dentro a fuori A maggio puoi dislocare fuori tutte le piante dalla tua abitazione e farle rinfrescare, a condizione che non le esponi a luce diretta del sole.
Se da una parte inizia il risveglio vegetativo dall'altro i parassiti non stanno a guardare.
Adopera specifici insetticidi per attaccare in modo corretto la cocciniglia, gli afidi e fungini.
Quando annaffiare il terreno? Per evitare che l'acqua utilizzata per l'irrigazione possa evaporarsi, è meglio provvedere alle annaffiature durante il tramonto o alle prime luci dell'alba.
Così facendo le piante avranno la giusta quantità d'acqua per resistere al caldo dell'intera giornata.Procedi con accortezza durante l'irrigazione delle piante, utilizzando l'acqua a temperatura ambiente perchè altrimenti usando l'acqua eccessivamente fredda, rischieresti di produrre uno shock termico alle piante.
Se annaffi le piante di sera, accertati di tenere asciutte le foglie, altrimenti rischi che prendano delle malattie.Se al contrario irrighi al mattino, evita sempre di bagnare le foglie, perchè provocherai delle bruciature.
Quando annaffierai le piante [...]

Leggi tutto l'articolo