Malocchio ed Esorcismo-33

 
Flavia Marchetti
Quella bollente estate del 1978
Malocchio ed Esorcismo-33
 
Era incazzata come una pantera la Momò quando sbucò dall’ascensore. E vedendo che alla reception c’erano sia Rosy che Silvia si fermò volutamente per sfogare la sua arrabbiatura:
«Se proprio lo volete sapere, il vostro mandrillo ha fatto cilecca. Non è riuscito neppure a imbudellarlo con l’aiuto sia delle sue che delle mie mani» Rosy, ruffiana come poche, capì subito cosa poteva essere capitato alla sua più recente amica, e uscì da dietro il banco per solidarizzare con un bacio.
Sul volto di Silvia, invece, poteva leggersi una certa soddisfazione.
«Quella là, in questi pochi giorni l‘ha ridotto ad oca morta» concluse La Momò additando Marghy che l’attendeva all’auto per i saluti.
«Ti sarò fedele – le aveva promesso Marghy prima della partenza – e a quello là non gliela farò neppure vedere»
Come già avrete capito erano state promesse da marinaio.
Tlìc, uscì anche lui dall’ascensore con aria tormentata...

Leggi tutto l'articolo