Maltrattamento degli animali

Cari amici mi scuso per la lunga assenza ma sono stata molto impegnata ed ovviamente il mio impegno verso i nostri amici animali è stato sempre presente in ogni mia giornata.Pubblico una recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione riguardo i maltrattamenti verso gli animali.Vi esorto a non abbandonarli perchè dovete andare in vacanza, vi ricordo che esistono molti alberghi, residence, campeggi, spiagge ecc.
dove possono entrare, inoltre, con pochi euro al giorno potreste tenerli in una pensione fino al vostro ritorno, soffriranno un poco l'abbandono ma è preferibile questa soluzione anzichè quella di lasciarli sopra un'autostrada condannati a morte.Questa sentenza certamente non è per coloro che hanno cuore, amore e rispetto per la vita.
  Maltrattamento degli animali – diligenza che normalmente si usa verso un minore – sussistenza Se un cane viene trascinato dalla macchina perché il guinzaglio rimane impigliato nella portiera, il padrone risponde di sevizie verso gli animali.
L'animale condotto al seguito o trasportato in autovettura richiede la stessa attenzione e diligenza che normalmente si usa verso un minore.
(Fonte: Altalex Massimario) SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE III PENALE Sentenza 5 giugno 2007, n.
21805   (Presidente Papa – Relatore Petti)   IN FATTO Con sentenza del 6 luglio del 2006, il tribunale di Novara, sezione di Borgomanero, condannava P.
L.
alla pena di € 2000,00 di ammenda oltre al pagamento delle spese processuali ed al risarcimento del danno, nei confronti della costituita parte civile Lega Antivivisezione, liquidato in euro 250,00, quale responsabile del reato di cui all'articolo 727 c.p., per avere per colpa sottoposto a sevizie il proprio cane.
Fatto accertato il 17 agosto del 2003 in Castelletto Sopra Ticino.
Secondo la ricostruzione fattuale contenuta nella sentenza impugnata il 17 agosto del 2003 il P., in palese stato d'ubriachezza, insieme con il suo cane viaggiava a bordo dell'autovettura condotta da H.
S..
Dopo una breve sosta era risalito a bordo del mezzo senza accorgersi che nel frattempo il cane era uscito dall'abitacolo.
Allorché l'autovettura era ripartita l'animale era stato trascinato per circa un chilometro perché il guinzaglio era rimasto impigliato nella portiera.
Tanto premesso in fatto, il tribunale riteneva che l'ipotesi colposa potesse rientrare nella previsione di cui all'articolo 727 c.p.
avendo il prevenuto, sia pure per negligenza, causato sevizie all'animale.
Ricorre per cassazione l'imputato denunciando: la violazione della norma [...]

Leggi tutto l'articolo