Mancano i soldi, le promesse rimangono promesse. Bruxelles vince, i mercati festeggiano.E LE SCIAMPISTE SE NE VANNO

Avete presente quando, mesi fa, Di Maio e tutta la banda 5 stelle si affacciano al balcone di palazzo Chigi, inneggiando alla “manovra del popolo” e alla fine della povertà? Bene, avete visto il film sbagliato. La manovra non c’è ancora, la stanno riscrivendo fra Roma e Bruxelles. Oppure ricordate quando Salvini giurava: non arretreremo di un millimetro, prima gli italiani. Altro film sbagliato. Per ora sono arretrati dal 2,4 di deficit al 2 per cento, il che significa che sono arretrati di oltre 7 miliardi. Ma Bruxelles insiste perché si vada almeno all’1,9 per cento di deficit: 0,5 in meno, un arretramento di circa 9 miliardi.
E infatti risulta che stiano cercando, disperatamente almeno 8 miliardi per poter presentare una manovra che ricordi, sia pure alla lontana, quella presentata al balcone.
Strada facendo, abbiamo perso la flat tax, morta di consunzione, e anche il reddito di cittadinanza non se la passa tanto bene. È da dieci anni nell’agenda dei 5 stelle, è da sempre il lor...

Leggi tutto l'articolo