Marcia 50 km. femminile: avvocato Usa lancia sfida legale per portarla alle olimpiadi di Tokyo 2020

Un avvocato degli Stati Uniti è pronto a lanciare una sfida legale alla Corte di arbitrato per lo sport (CAS) a Losanna questa settimana, chiedendo di includere un evento di marcia per le donne di 50 chilometri alle Olimpiadi di Tokyo 2020.
Paul F. DeMeester ha inizialmente minacciato azioni legali nel 2017, quando ha accusato l'International Association of Athletics Federations (IAAF) di discriminare le donne non includendo una gara per loro nei campionati più importanti.
Una gara faceva parte del programma dei Campionati Mondiali 2017 a Londra, sotto la pressione legale di DeMeester e dell'ex atleta australiano Tim Erickson, ma solo sette atlete hanno preso parte e la disciplina non è prevista per Tokyo 2020.
Il Comitato della IAAF ha già affermato che la qualità dell'evento femminile deve migliorare prima che possa essere presa in considerazione per l'inclusione olimpica, ma DeMeester, insieme a diversi atleti, sta lanciando una sfida legale contro la IAAF e il Comitato Olimpico ...

Leggi tutto l'articolo