Marcia contro caporali nel Foggiano. Manifestazione organizzata da associazioni e intellettuali.

Marcia contro caporali nel Foggiano.
Manifestazione organizzata da associazioni e intellettuali. StampaEmail  Circa 300 persone - secondo gli organizzatori - hanno partecipato oggi alla marcia nazionale contro la mafia del caporalato che si è tenuta a Borgo Mezzanone, dove si trova un ghetto di migranti che è divenuto nel tempo uno dei luoghi simbolo dello sfruttamento della manodopera in agricoltura.La marcia è partita dal centro di Borgo Mezzanone ed è proseguita fino al 'ghetto dei bulgari'.
Vi hanno aderito numerose associazioni, alcuni intellettuali e, a titolo personale, il segretario generale Spi Cgil Puglia, Gianni Forte."Nei 40 anni di lotte contro il caporalato che ho vissuto anche da protagonista sindacale - afferma Forte - siamo sempre rimasti isolati da una società civile che non sembrava disposta a sostenerci.
La marcia fa cadere un altro muro e segna l'inizio di una fase nuova".Secondo le associazioni organizzatrici, la scelta di marciare contro il caporalato deriva d...

Leggi tutto l'articolo