Marcus Miller - "Laid Black" (Blue Note, 2018).

Marcus Miller, il nero del basso, anni 55, una vita spesa per il jazz di Brooklyn - New York (Stati Uniti). Altre curve, altre note: 9 brani suonati con gli amici di sempre, un assolo di trombone e poi un'altro, per un funk che si rinnova, album dopo album (da solista e da stakanovista). Senza eccedere (particolarmente) nei virtuosismi fini a se stessi, anche in questo disco dimostra di essere un musicista completo e, forse, rispetto a qualche album pubblicato tempo addietro, ha ritrovato una migliore vena compositiva. Un piglio rap (quasi un raptus), un up-tempo che si fa musica mainstream ma anche cimelio dello slap che rende un artista del contemporaneo una autentica superstar dal leggendario repertorio. Il suo disco del 2018 è candidato ai prossimi Grammy Awards 2019 (del 10 febbraio), per la categoria "Miglior Album Pop Strumentale".
https://www.youtube.com/watch?v=mY89eGSIgCo
 

Leggi tutto l'articolo