Maria Elena Boschi vittima del sospetto, in regime di delazione.

La vicenda che ha minato l'esistenza di Maria Elena Boschi sul caso di Banca Etruria è di una gravità inaudita.Tutto ebbe inizio per un sospetto avanzato da Ferruccio De Bortoli, ex direttore del Corriere della sera, in un suo libro.L'allora Ministro per le riforme del governo Renzi, avrebbe brigato per favorire e tutelare interessi famigliari nell'ambito della banca.Da allora un susseguirsi di vere e proprie aggressioni, nei confronti dell'attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, apparentemente concluse di recente ma che riemergeranno nella già avviata campagna elettorale.Alla luce dei fatti è nata in me la certezza che alimentando il sospetto per indebite ingerenze della politica, tutti coloro che si sono interessati al problema, hanno intessuto ragionamenti improntati alla alla ricerca di punti deboli dell'accusata, con l'intento di calunniarla e creare, così, sospetti da inoculare nella mente della gente.Missione compiuta?Non direi, perché se ricond...

Leggi tutto l'articolo