Maria, maestra ed educatrice dei sacerdoti

INCONTRO MENSILE DEL CLERO  DELL’ARCIDIOCESI DI GAETA  RIFLESSIONE DI PADRE ANTONIO RUNGI – PASSIONISTA   1.Introduzione   Lo scorso incontro ho chiuso la meditazione del nostro incontro mensile con la seguente preghiera alla Vergine Santissima, tratta dalla Esortazione apostolica Pastores davo vobis.
E da quella preghiera parto per introdurre la meditazione di oggi, sul tema “Maria Madre ed educatrice dei sacerdoti”.
Siamo nel mese di maggio e, per antica tradizione, questo mese è interamente dedicato alla Vergine santa, alla cui scuola si pone in modo singolare tutto il popolo di Dio e come pastori di questo popolo, soprattutto noi sacerdoti, noi clero, noi che abbiamo scelto di seguire il Signore più da vicino come suoi ministri, come suoi servi.
Servire la causa del Vangelo, è servire Cristo, la Chiesa, l’umanità intera.
Servire Maria, la Serva del Signore, è mettersi sulla strada di una vera educazione alla fede, alla speranza e alla carità, che la Madre di Dio e Madre nostra ci ha tracciata con una singolare testimonianza di totale abbandono a Dio.
Mi piace contemplare con voi, carissimi confratelli nel sacerdozio, Maria nel Cenacolo, che prega insieme agli Apostoli in attesa dello Spirito Santo Siamo, infatti alla vigilia della solennità della Pentecoste, che celebreremo domenica.
A conclusione della catechesi incentrata sullo Spirito Santo, di mercoledì 8 maggio 2013, Papa Francesco ha detto: “Pasqua, questo tempo di grazia si conclude con la festa della Pentecoste, in cui la Chiesa rivive l’effusione dello Spirito su Maria e gli Apostoli raccolti in preghiera nel Cenacolo.
Lasciamoci guidare dallo Spirito Santo, lasciamo che Lui ci parli al cuore e ci dica questo: che Dio è amore, che Dio ci aspetta, che Dio è il Padre, ci ama come vero Papà, ci ama veramente e questo lo dice soltanto lo Spirito Santo al cuore.
Sentiamo lo Spirito Santo, ascoltiamo lo Spirito Santo e andiamo avanti per questa strada dell'amore, della misericordia e del perdono”.
Ieri poi ha ci ha ricordato circa lo spirito di verità:  “Pensiamo a Maria che «serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore» (Lc 2,19.51).
L’accoglienza delle parole e delle verità della fede perché diventino vita, si realizza e cresce sotto l’azione dello Spirito Santo.
In questo senso occorre imparare da Maria, rivivere il suo “sì”, la sua disponibilità totale a ricevere il Figlio di Dio nella sua vita, che da quel momento è trasformata”.
  2.«Maria, prima educatrice»   Partiamo dalla Redemptoris Mater di [...]

Leggi tutto l'articolo