Marie Marvingt, la fidanzata del pericolo: pioniera del Soccorso Alpino e di Pegaso

 In silenzio e lontano dai clamori di una estate che ci vuole protagonisti e sempre sulla cresta dell'onda, approfitto per spolverare appunti, archivi e poi chi sà cosa bolle in pentola! Mi piace ricordare questa donna straordinaria, Marie Marvingt, che come motto di vita si era proposta: “Je décide de faire mieux, encore et toujours”.
E di cose ne ha fatte tantissime, con risultati da podio, collezionando premi e medaglie, riconoscimenti ed avventure.
Mi interessa di lei, il suo impegno civile nella Grande Guerra.
Neppure a dirlo: ovvio che abbia fatto la donna soldato nelle trincee.
O per lo meno ci ha provato! Arruolatasi nel 42e bataillon de chasseurs à pied, fu scoperta e sbattuta a casa.
Lei, che aveva scalato tutte le Alpi Francesi e Svizzere, lei che aveva il brevetto di pilota e che conosceva a menadito sentieri, anfratti e segreti delle montagne e del cielo! Ci pensò però il Maresciallo Foch che andò in suo soccorso e la reintegrò a pieno titolo nell'esercito combattente, a...

Leggi tutto l'articolo