Martirio | Vincenzo de' Paoli

Il martirio è quel donarsi senza riserve in soccorso dei bisognosi, oltre le proprie forze, mettendo la propria esistenza a disposizione di Cristo e dei fratelli.
San Vincenzo insegnava che accanto al martirio della fede, in odio ad essa, e a causa di Cristo e del suo Vangelo, emerge chiaramente l'idea del "martirio della carità", associato a chi si consuma e offre la vita per l'evangelizzazione o per il servizio dei poveri e dei malati.
L'accettazione del martirio è gesto sublime di "perfezione della carità".
L'essenza del martirio è la sequela di Cristo vissuta fino all'apice, donando a lui la vita, come anch'egli ha fatto.
Pertanto, mettere la propria vita a disposizione di Cristo e dei fratelli nel servizio gratuito e totalmente disponibile in una carità senza riserve è un donare la vita per i poveri e per Cristo, accettando di consumarsi pienamente e in maniera testimoniante.
È un martirio nascosto e sublime.
In diverse occasioni sottolinea l'idea del martirio della carità, come q...

Leggi tutto l'articolo