Massimo Giletti e Non è L'Arena: quando la televisione diventa "spazzatura"

Massimo Giletti è alla frutta. Dopo aver ospitato Asia Argento con le sue violenze vere o presunte, non potendo ospitare anche il letto dove si è consumato l'orgasmo più famoso della storia dell'umanità-quello tra Argento e Bannet-deve essersi reso conto di aver finito le cartucce. Di cosa discutere, adesso? Quale altra terribile storia riportare in studio per dare senso a un programma di una tv "spazzatura" diventata spettacolo trash pieno di volgarità gratuite, di violenze quotidiane e di personaggi insulsi?
La politica non serve più per far salire gli ascolti. Se n'è reso conto anche lui. La gente si è stufata dei Salvini, dei Di Maio, delle solite facce della destra populista e della sinistra radical-chic, quella che vorrebbe vederci sommersi di "vu-cumprà, delle Gelmini, delle Fornero, delle Boldrini che passeggiano sulle navi Ong, del debito nazionale, dello spread, dell'Eurozona, dei poteri forti, di quel fritto misto in salsa cubana che strappa sbadigli ai telespettatori. Non ...

Leggi tutto l'articolo