Matite appuntite

Ricordi sepolti a meta'.Mi parlano.Pungenti,come la sensazione di matite appuntite sui polpastrelli.Lampi sinaptici.Quegli occhi che nessun artista mai.Quello sguardo timido va e viene.Abbatto una mano sul tavolo.Matite sparse.Il vento che c'e' fuori agita i lati chiari e quelli scuri.La notte e' stata fredda,espansa e avrei voluto suonare una canzone.Matite sparse,ne prendo una e mi pungo il cuore.

Leggi tutto l'articolo