Mattarella incontra Xi Jinping: Via della Seta è a doppio senso

Roma, 22 mar.
(askanews) - Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha accolto il suo omologo cinese Xi Jinping al Quirinale.
Un incontro caratterizzato da grande cordialità, con ripetuti sorrisi e strette di mano e in cui il capo dello Stato ha ribadito la vicinanza dei due paesi, parlando di Cina come di "paese amico" ma sottolineando che lo sviluppo commerciale deve essere a doppio senso.
"La visita del presidente è l'occasione per dimostrare il livello eccellente dei nostri rapporti e per dare una spinta ulteriore a questi".
Rapporti, ha più volte detto Mattarella, che l'Italia vuole rafforzare: "Cina e Italia sono paesi votati al commercio.
E l'Ue è il primo partner commerciale della Cina.
Roma e Pechino potranno trarre benefici notevoli da un contesto di cooperazione fondato sulla leale concorrenza tra imprese rispetto alla proprietà industriale, intellettuale e nella comune lotta alla contraffazione".
Poi, parlando del memorandum tra Italia e Cina, Mattarella ha sottolineato: "La firma del memorandum Italia-Cina è un segno dell'attenzione per una cornice ideale per un incremento delle collaborazioni congiunte tra imprese italiane e imprese cinesi".
L'antica Via della Seta ha detto Mattarella fu strumento di conoscenza tra popoli e condivisione di scoperte.
"Anche la Nuova deve essere una strada a doppio senso di percorrenza e lungo di essa devono transitare oltre alle merci anche idee, talenti, conoscenze e soluzioni lungimiranti ai problemi comuni e progetti futuri".
E il presidente cinese gli ha fatto eco: "Vogliamo ripercorrere fianco fianco con il popolo italiano l'antica via della Seta e consolidare le collaborazioni di mutuo beneficio, rivitalizzando questa via di comunicazione per condividerne al meglio i frutti".

Leggi tutto l'articolo