Matteo Renzi è sempre più solo (e sempre più arrabbiato).Isolato nel Pd e in rotta con Calenda

Lo spazio politico per un nuovo partito alla Macron e contrapposto al Pd per Renzi c’è sempre stato. Contava sulla crisi dei dem, che però non c’è stata. E il rapporto con Calenda è tornato ai minimi storici. Risultato: i dolori del RENZI  continueranno ancora per molto?

Asserragliato, nervoso, senza un progetto per uscire dall'empasse politica in cui si è cacciato. Per Matteo Renzi è il momento più difficile da quando, giovanissimo, ha cominciato a fare politica. Davanti a sé un futuro pieno di incognite, dietro di sé un passato pieno di rimpianti. Come quelli di cui parla lui stesso, nel colloquio di domenica scorsa alla Repubblica delle Idee: "Lo spazio politico per un nuovo partito c'è stato almeno due volte. Dopo la sconfitta alle primarie del 2012 e dopo la vittoria alle Europee del 2014". Oggi no, dice Renzi, oggi quello spazio non c'è più.
In realtà, nella testa dell'ex rottamatore quel progetto c'è ancora, non è mai uscito davvero. Anche perché la ridotta che lo circonda ...

Leggi tutto l'articolo