Matteo Salvini, un morto che cammina

Non si fermerà perché non è in grado di capire e lo chiamo kamikaze, e scrivo che lui e i pazzi che lo seguono verso l'abisso stanno inutilmente cercando di portare indietro il grande orologio della storia.
Più di chiunque altro al mondo, in questo mondo che sta cambiando vertiginosamente, Matteo Salvini è un morto che cammina. 
Non dico "zombi" perché parlo sul serio, senza ombra d'ironia, e sto attento a ogni parola che uso perché in un caos come quello in cui stiamo vivendo tutto va enunciato con la massima precisione.
Matteo Salvini su tutti (ma anche Di Maio, Raggi e buona parte dei ministri in carica del paradossale Governo del Cambiamento) è la persona forse più ignara a questo mondo del cambiamento che sta avvenendo in tutto il mondo.
Matteo Salvini invoca ogni giorno, in modo grottesco, brandendo oggetti sacri come fossero spiedi di un girarrosto, un concetto di Dio che è morto da tanto tempo. 
Nessuno crede più in quel genere di Dio. 
Chi ci credeva è morto da un pezzo. 
C...

Leggi tutto l'articolo