Mattoncino su mattoncino: 60 anni di successi

 Il successo del Lego sta tutto nella concezione del gioco libero ma strutturato.
Libero perché fantasia e creatività  non conoscono limiti, strutturato perché ci va sì manualità ma soprattutto ordine mentale: con i mattoncini alla rinfusa non si costruisce nulla.
Chi di noi non ci ha mai giocato improvvisandosi ora architetto, ora ingegnere, ora muratore? I ricordi mi portano indietro quando papà certe sere si sedeva con noi per terra.
Era bravo lui a costruire.Non gli crollava mai la casetta.
E tante volte rimetteva in sicurezza anche la mia spesso sbilenca e tanto volitiva.
Mio fratello invece mostrava già allora la sua inclinazione logica.  Ogni singolo mattoncino posizionato così anzichè cosà aveva un suo perché, sempre ovvio e  razionale.
Da mamma mi sono ritrovata sul tappetone a dar vita insieme a mie figlie ad architetture  fantasiose e coloratissime.
Una di loro metteva insieme i mattoncini con passione; poi , soddisfatta e  sorridente diceva: * per te , mamma!* Quando però...

Leggi tutto l'articolo