Maxi controlli della Mobile in città

  Nella serata di ieri attività capillare della Squadra Mobile in città     Controlli a tappeto, elicotteri quasi a filo dei tetti, posti di blocco e sirene blu: la Polizia di Bari fa seguito al comitato per l'ordine e la sicurezza tenuto a Bari dal sottosegretario all'interno Alfredo Mantovano sulla questione delle 21 scarcerazioni improvvise degli affiliati al clan Strisciugllio.
Da Carbonara a Ceglie ma senza tralasciare Carrassi e il Libertà nelle serata di ieri dalle 20 fino alle 24 circa gli uomini della squadra mobile di Bari hanno passato al setaccio la città per controlli approfonditi su chi è è ai domiciliari o ha sul suo capo degli obblighi restrittivi della libertà.
17 perquisizioni, 160 persone fermate, 80 auto perquisite e un arresto in via Castriota.
Con uno zaino pieno di 3 chili di mariuana e 1 chilo di hashish è stato fermato Antonio Massari, classe '82, ma per il resto gli uomini della polizia non hanno trovato grossi problemi.
In mattinata intanto in Questura è stato presentato il nuovo capo della sezione volanti, Giorgio Oliva.
---   In poco più di una settimana sono state controllate centinaia di autovetture e altrettante persone nell’ambito dei controlli quotidiani effettuati dal personale della Questura di Bari a seguito della scarcerazione di 22 presunti esponenti del clan Strisciuglio.
Dal vertice in Prefettura del 17 aprile scorso con il sottosegretario Alfredo Mantovano, era scaturita la decisione di tenere sotto stretto controllo gli scarcerati.
Ogni giorno la Polizia effettua controlli presso le abitazioni dei presunti affiliati, anche svegliandoli due o tre volte per notte, ne controlla le frequentazioni e gli spostamenti.
Qualche giorno fa tre di loro sono stati individuati mentre pranzavano in un ristorante nel Quartiere Santo Spirito di Bari e sono stati sottoposti a controlli.
In questa prima settimana non sono stati però rilevati comportamenti sospetti.
Tutti gli apparati di prevenzione e repressione delle forze di polizia sono impegnate nel tentativo di impedire ogni nuova riorganizzazione del clan.
Durante i controlli effettuati è stato fermato un ragazzo nel quartiere San Girolamo di Bari.
Si tratta del 27enne Antonio Massari, trovato in possesso di diversi panetti di marijuana.
Il ragazzo non è ritenuto vicino al clan Strisciuglio.
La sostanza stupefacente era nascosta in un sacca a spalla.
     

Leggi tutto l'articolo