Maxitamponamento in Valsugana, 16 feriti

Una piccola tendopoli è stata allestita dalla Croce Rossa sul luogo dell’incidente avvenuto lungo la Strada Statale 47 Valsugana, per soccorrere e medicare i feriti meno seri, mentre i più gravi si trovano ricoverati in vari ospedali trentini.
Le condizioni più serie riguardano cinque automobilisti, tutti in “codice rosso”, trasportati in elicottero al “Santa Chiara” di Trento.
Sono stati quasi 50 i mezzi coinvolti nella serie di tamponamenti, tra cui una decina di mezzi pesanti, incapaci a fermarsi a causa del ghiaccio, causato da una precipitazione, acqua mista a neve, iniziata dopo le 7.00 e proseguita per circa un’ora che, anche a causa delle temperature sotto zero, ha formato una patina insidiosissima sull’asfalto.
Il tratto è stato riaperto poco dopo le 14 .
I feriti sono un giovane di 21 anni, uno di 19, uno di 29 e una di 20, non in pericolo di vita, più una giovane di 25 anni e una donna di 41 anni, che i sanitari riferiscono a rischio.
Altri sei feriti sono stati trasportati all’ospedale di Borgo, in Trentino.
Si tratta di un uomo di 36 anni, uno di 57 anni, una donna di 57 anni, una giovane di 25 anni, un giovane di 26 anni e una sesta persona di cui non è nota l’età, nessuno segnalato a rischio.
All’ospedale di Trento sono stati inviati una donna di 34 anni, una giovane di 25 anni e un’altra donna di 36 anni, quest’ultima definita a rischio, così come un altro uomo, di cui non è ancora nota la destinazione per le cure sanitarie.