McDonald's

Il McWorld   "..Ogni giorno 40 milioni di persone di ogni nazione, razza e religione entrano nei 25.000 ristoranti McDonald's sparsi in oltre 110 paesi.
Il ristorante di hamburger e patatine inventato negli anni '50 dai fratelli McDonald è diventato uno dei più grandi successi imprenditoriali di tutti i tempi." Così inizia il lavoro di Mario Resca, presidente del McDonald's Development Italy, titolata McDonald's, una storia italiana (ed.
Baldini & Castoldi, Mi 1998).
Le centoquaranta pagine di questa spot - opera sono una sintetica summa del mondo alla McDonald's secondo McDonald's, un elogio fai da te centrato su parole d'ordine quali efficienza, cortesia, bassi costi, pulizia e naturalmente possibilità di lavoro, dal trendy dei part-time al più succulento franchising per giovani imprenditori rampanti.
L'ultimo capitoletto, McStorie d'Italia, presenta quel genere emotivo - persuasivo tanto caro alle televendite made in U.S.A., consistente nell'intervista a uno come noi che ha fatto successo, nella vita come nelle pulizie di casa, col prodotto presentato.
Leggiamo assieme cosa ci dice il signor Giacomo di Spino d'Adda (CR), diploma da ragioniere, una passione per il Milan e il baseball, arricchitosi diventando licenziatario McDonald's: "Io sono un giovane fortunato.
Nel 1989 (..) ho iniziato a lavorare da Burghy come crew, il livello più basso.
Così Burghy, poi McDonald's, per me non sono stati una momentanea opportunità di lavoro, ma soprattutto un'occasione per crescere, per una sfida professionale e personale.
(...) I soldi me li feci imprestare dai miei genitori.
Naturalmente li ho restituiti con gli interessi.
McDonald's mi porta via tutta la giornata, non mi rimane tempo quasi per nulla.
Ma il lavoro è stimolante (...) un fatturato di 9 miliardi l'anno".
LAVORO GRATIFICANTE quindi, il primo McSlogan per attirare su di sé nuovi investimenti, nuove forze, nuovi abitanti per il McWorld.
L'inconveniente, per quanto riguarda il McLavoro, è però che per ogni signor Giacomo da nove miliardi l'anno ce n'è qualcuno in più con qualche soldo in meno per un massimo di nove mesi (di lavoro) all'anno; è il nostro eroe stesso a dircelo: "Oggi gestisco tre (Mc) ristoranti, con 180 dipendenti, tutti giovanissimi, con un'età media attorno ai 22 anni.
La maggior parte, il 75%, ha contratti part-time".
Controaltare del presidente di McDonald's Italy è Paul Ariès, esperto francese dei rapporto alimentazione - società, ha pubblicato nel 1997 un saggio - inchiesta sul McDonald's (Les fils de McDo, La McDonalisation du [...]

Leggi tutto l'articolo