Melbourne, Button va. Disastro Ferrari

  GP di Australia, ritirati massa e raikkonen.
si attende l'esito del ricorso sui diffusori.
Secondo l'altro pilota della neonata Brawn Barrichello e terzo Trulli.
Scontro Vettel-Kubica a 4 giri dal termine   MELBOURNE - Pessimo avvio di stagione per la Ferrari.
Al Gp d'Australia Felipe Massa e Kimi Raikkonen si sono ritirati e la vittoria è andata ai due piloti della Brawn Gp (ex Honda), Jenson Button e Rubens Barrichello, già primo e secondo alla griglia di partenza.
Terza la Toyota di Jarno Trulli.
Il campione del mondo in carica Lewis Hamilton (McLaren) è riuscito a rimontare dalla 18esima alla quarta posizione.
A punti anche la Toyota di Glock, la Renault di Alonso, la Williams di Rosberg e la Toro Rosso di Buemi.
FERRARI - Ritirate entrambe le Ferrari.
Massa (partito settimo) è uscito a 12 giri dal termine, quando era in tredicesima posizione, lamentando scarsa direzionalità della vettura.
Raikkonen, nono alla griglia di partenza, è rientrato ai box a tre giri dalla fine per un problema al differenziale.
«Ho sbagliato io - ha detto il pilota finlandese -, ho perso aderenza e ho perso il controllo della macchina.
Peccato, avremmo potuto chiudere a punti.
È stata una gara pessima e una delle più difficili, ma ormai non possiamo farci nulla.
La doppietta delle Brawn Gp? Questo circuito è molto diverso dagli altri e in passato abbiamo avuto molte difficoltà, aspettiamo la prossima gara e vediamo.
Sicuramente io ho perso dei punti utili».
BUTTON: «UN SOGNO» - Di tutt'altro umore Button: «È un sogno, sono davvero emozionato.
Nei primi giri sono andato bene, poi con l'ingresso delle safety car la gara è stata molto difficile.
Avevo problemi a tenere in temperatura le gomme.
Non è stato facile.
È una giornata splendida, grazie al team.
Questa doppietta è una emozione grande per me e la squadra.
Ci siamo meritati questa posizione perchè abbiamo lavorato davvero tanto».
«Questa squadra è fortissima- gli fa eco Barrichello -.
È stata una gara molto dura, non pensavo di fare il podio dopo una partenza brutta.
Ho avuto difficoltà al via, ho perso il ritmo.
Sono stato anche colpito da dietro da una McLaren e credevo che la macchina fosse danneggiata.
È stata una gara con tantissime emozioni».
Questo il commento di Hamilton: «Per il Mondiale tengo d’occhio chiunque stia davanti.
Quindi, ora, guardo le Brawn Gp e non le Ferrari».
INCIDENTI - Il podio è stato determinato dall’incidente a quattro giri dalla fine tra la Red Bull di Sebastian Vettel e la Bmw Sauber di Robert Kubica, in quel momento in [...]

Leggi tutto l'articolo