Merkel va contro Macron e dice sì a un seggio europeo all'Onu

Berlino, 11 mar.
(askanews) - Il passaggio di consegne tra Angela Merkel e la sua delfina è ormai sempre più imminente.
Tanto che la cancelliera tedesca ha espresso il suo sostegno a un seggio europeo nel Consiglio di sicurezza dell'Onu, il giorno dopo che la linea era stata annunciata da Annegret Kramp-Karrenbauer, o Akk, attuale presidente del partito (Cdu).
"Che la Francia sia scettica riguardo a un seggio europeo all'Onu è risaputo - ha detto Merkel in conferenza stampa a Berlino - da molti anni, la nostra posizione in seno al governo tedesco è che vogliamo il nostro seggio", ha ricordato.
"Ma possiamo anche dire che le voci europee devono essere riunite al Consiglio di sicurezza dell'Onu e convertite in un seggio europeo.
Non ci vedo grandi differenze e penso che sia un buon concetto per il futuro!", ha aggiunto.
Una dichiarazione che dissente da quanto affermato dal presidente francese Emmanuel Macron, il quale durante il vertice franco-tedesco ad Aquisgrana, si era espresso a favore di un seggio permanente tedesco, presa di posizione che aveva fatto infuriare il premier italiano Giuseppe Conte.
Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è composto da 15 membri, di cui 5 permanenti: Cina, Francia, Regno Unito, Russia e Stati Uniti e 10 eletti ogni due anni dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Leggi tutto l'articolo