Metano oceanico, meno rischi per l'effetto serra

Finora si temeva che il riscaldamento attuale potesse scatenare un'enorme “ebollizione” dell'oceano determinata dalla dissociazione dei clatrati nel fondo marino .
Un'analisi dell'antico ghiaccio groenlandese mostra un picco nell'emissione di gas metano circa 11.000 anni fa, originatosi dalle zone umide invece che dal fondo oceanico o dal permafrost: la  scoperta dei ricercatori dell'Università del Colorado a Boulder permette di guardare con meno pessimismo alle previsioni dell'aumento dell'effetto serra e del riscaldamento globale.
per visionare il resto dell'articolo...
http://www.wpsmeteo.it/index.php?ind=news&op=news_show_single&ide=577

Leggi tutto l'articolo