Meteo: in arrivo una corrente fredda e neve a quote basse

Addio temperature primaverili.
Il caldo portato dall’Anticiclone delle Azzorre sta per lasciare l’Italia.
È in arrivo una corrente fredda che farà scivolare drasticamente la colonnina di mercurio verso il basso.
Ed è attesa pure la neve a quote basse.
Le zone più colpite saranno quelle meridionali.
La massa di aria fredda scorrerà rapidamente da Nord a Sud lungo il territorio russo e sugli stati confinanti, fino a raggiungere la Penisola balcanica e immediatamente dopo il Sud Italia a partire dall'Adriatico.
La sensibile diminuzione delle temperature su gran parte d'Italia si farà sentire a partire dal weekend.
Solo al Nord e sul medio-alto Tirreno il tempo si manterrà più stabile, pur con un sensibile calo termico.
Già venerdì si assisterà a un rapido cambiamento per l'avvicinamento della massa di aria fredda dalla Russia, con le prime nubi in aumento sin dalle prime ore del giorno sulle regioni adriatiche e al Sud e deboli piogge in arrivo su Puglia, Lucania, Calabria e Sicilia.
Sarà allora che inizieranno a calare le temperature e la quota neve, con fiocchi fino a 1000-1200 metri, scenderà sulla dorsale appenninica.
Sabato irromperà con decisione l'aria fredda su quasi tutta Italia e le piogge saranno sparse su Abruzzo, Puglia, Calabria e Sicilia.
La neve potrebbe scendere fino ai 300-500 metri sulla dorsale e in Sicilia.
E domenica pioverà su tutto il Centro-Sud, mentre al Nord sarà asciutto ma con minime anche sotto lo zero.

Leggi tutto l'articolo