Metrica latina, Metrica tedesca, Metrica italiana. Riferimenti a Catullo, Ovidio, Goethe, Foscolo, Carducci, Firpo, Gori

Il distico elegiaco e le goethiane R�mische Elegien
   Quando, nel lontano 1984, riuscii a trovare la chiave metrica delle Roemische Elegien di Goethe saltai dalla gioia: il distico elegiaco era reso dal sommo poeta tedesco in modo perfetto, in ci� aiutato dalla struttura della lingua dove numerosissime sono le parole di una o due sillabe, che conferiscono al tedesco la flessibilit� necessaria alla giusta collocazione degli accenti nel tentativo di riprodurre i piedi classici: dattilo,giambo,trocheo,spondeo ecc.
 Tentativo, perch�, come � noto, la prosodia classica si basa sulla quantit� delle sillabe, mentre quella moderna, persasi la nozione di quantit�, non pu� che prendere a base l'accento tonico, gi� precostituito e quindi limitativo della libert� del poeta.
Per intenderci,nella poesia latina le parole con la quantit� delle loro sillabe precostituita, entrando a far parte del verso, sopportano o meno l'appoggio della voce (arsi)a seconda del piede o dei piedi di cui entra a far pa...

Leggi tutto l'articolo